mercoledì 20 luglio 2016

Le poesie di Leo Sinzi: "Sete"


Sete

Setosamente lisce, perfette
(ognor desiate):


                         - la neve in piena estate
sulle colline arse

                         - la pesca Cortazàr
nel palmo della mano

                         - le cosce d'Azòcar
abbandonate e bianche

                        Mea culpa: in[sol]azione

           «Solita{r}mente aff
〈l〉itto
            l'afflato mio bi-vano»
            notizia quotidiana
            io dentro la notizia

S'invola la clessidra
l'uròboro s'ammorsa
Dì-vano, caldo addosso...
Rinfresco? Lète-mar



 
Versi di Leo Sinzi 

 *Testo sperimentale con omaggio alla Poesia di Cortazàr e Neruda.




Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.

Nessun commento: