mercoledì 13 gennaio 2016

Villa Niscemi: Immagini

Villa Niscemi, con ingresso nell'omonima Piazza del Quartiere Resuttana/San Lorenzo, da cui si diparte anche il viale che conduce alla Palazzina Cinese, è una delle più belle ex dimore nobiliari che ancora punteggiano la Piana dei Colli.  Un tempo (XVII Sec.) baglio agricolo - chiamato "della Balata" - dotato di torre di difesa e circondato da una lussureggiante tenuta che si estendeva fino alle falde di Monte Pellegrino su cui svettava, e svetta tutt'oggi, il Santuario di Santa Rosalia. La villa prese il nome da uno dei proprietari succedutisi nel tempo: Vitale Valguarnera Branciforte, principe di Niscemi che la acquisì, come dote, con il matrimonio celebrato con Marianna La Grua Sanfilippo, principessa di Carini. I lavori che trasformarono la vecchia struttura agreste in raffinata dimora si protrassero per circa un ventennio fino al 1750. Ferdinando III - "Re Nasone" - nel 1799  dispose l'espropriazione di una fetta di quei giardini per autoregalarsi il Real Parco della Favorita con tanto di residenza dagli esotici richiami. La villa, superata  la violenta occupazione - nel 1860 - degli indigenti della zona, a far data dal 1875 fu assunta come residenza permanente dalla Principessa  Maria Favara Caminneci e dal Principe consorte Corrado Valguarnera Tomasi, garibaldino cui sembra si fosse ispirato Tomasi di Lampedusa per tratteggiare il personaggio di Tancredi nel suo "Gattopardo". Il nobiluomo affidò all'Arch. Giovan Battista Palazzotto (*1834 +1896) i restauri degli interni.
Entrata nel patrimonio del Comune di Palermo nel 1987, l'aristocratica villa, divenuta sede di rappresentanza del Sindaco,  oltre al bel parco, conserva molti degli arredi originali.







 












 






 

































 









 







 







 































 






















 







 



















Foto e didascalie di Leo Sinzi (zio-silen)

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per finalità esclusivamente personali e "non commerciali" CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE: «www.palermodintorni.blogspot.it».
La copia è parimenti negata a chi, a qualunque titolo, intenda farne uso a scopo di lucro.
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.


Nessun commento: