sabato 10 ottobre 2015

Palermo che NON vorrei: "...ci hanno rotto i... vasi"

Continuano le rotture nelle vie porcellanate della città. Chi se la prende con il vento, chi lamenta la scarsa consistenza dei materiali (ah! quelli di una volta...), chi accusa la forza dirompente delle radici, chi sospetta subdole manovre commerciali. Nessuno che osi indicare il vero colpevole di cotanto misfatto: l'ALIENO. 'Sti strani esseri - acquartieriati sulla faccia nascosta della luna - si divertono a rapire gli esemplari  che meglio si prestano ai loro esperimenti. Di solito prediligono i writers ('nsozzamuriemonumenti), i discaricatori notturni di materassi cimiciosi e frigoriferi rugginosi, i frangitimpani con car-stereo a palla, gli estirpatori seriali di cestini gettacarta e, soprattutto, i condòmini zotici. Fanno uno screening veloce con un EEG di ultima generazione venusiana e, per farci dispetto, ributtano sulla terra solo coloro che, pur presentando l'encefalogramma piatto, mantengono la compulsione del vandalo. Ma ora basta! Uniamoci in un grido di protesta che coinvolga la cittadinanza residua e arrivi al satellite: COSMICI CRUDELI, DOVETE FINIRLA DI RIMANDARLI QUI, CAPITOOOOOO!!!! CI AVETE ROTTO I...VASI.

Leo Sinzi (zio-silen)








Le fioriere fracassate di Via dei Benedettini.

Nessun commento: