martedì 15 settembre 2015

I cunti di Leo Sinzi: "Il cinema del Vicino"


Che bello il cinema in casa! Carlo ha avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo attraverso l'inquilino del piano di sopra che, quasi quotidianamente, profonde a piene mani i roboanti effetti speciali verso la sua atecnologica dimora. Generosissimo, il  caro Vicino, divide con lui quelle sensazioni uditive che nulla hanno da invidiare ad una sala cinematografica, trattenendo per sé  (purtroppo) quelle visive. Desideroso di trarre una goduria parossistica da quel magico surround, Carlo si costringe a spegnere il suo giradischi. E si libera anche delle cuffie che - antiquato com'è - ancora usa nell'errata convinzione di arrecare disturbo, con la musica soft (sigh!), ad altri condomini. Del triste, vecchio televisore si è sbarazzato da tempo perchè, con il flebile, fastiodioso gracchiare dei talk show disturbava i settecento superbi decibel del "70 pollici" del munifico Vicino.
Non puoi immaginare - mi racconta entusiasta - quale piacere traggo dai penetranti, avvolgenti, rimbombanti suoni ad alta definizione che riproducono perfettamente (anche nell'intensità) l'acustica di una tempesta tropicale, di un terremoto, di una battaglia tra carri armati e batterie di cannoni, degli ululati lupeschi, delle grida orror lanciate da una folla terrorizzata...
Con gioia mi confida dell'orgasmo che lo pervade quando le altrui vibrazioni staccano i quadri dalle sue pareti  e quando i lampadari, con il loro tintinnio, accompagnano le armoniose cascate sonore.
E guardando, con occhi grati, quel soffitto si lascia andare a sperticate lodi del mantra tonante che lo abbraccia tutte le notti, cullandolo fino a quando il crudele Morfeo arriva a sottrarlo, quasi con violenza, a tanta grazia... alle prime luci dell'alba.



Cuntu di Leo Sinzi (zio-silen)

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per finalità esclusivamente personali e "non commerciali" CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE: «www.palermodintorni.blogspot.it».

La copia è parimenti negata a chi, a qualunque titolo, intenda farne uso a scopo di lucro.

Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.

Nessun commento: