venerdì 15 maggio 2015

Le poesie di zio-silen: "Peccato mortale"



Peccato mortale

Dal Cielo fu strapioggia di tuoni
- mattina, mezzodì, anche la sera -
per giorni, settimane, mesi ed anni
a sconto debitore del peccato...
mortale. Sì, mortale sarà stata

l'infrazione...
sennò come si spiega la Reazione?

Mio figlio, d'innocente orecchio,
arguto: «o padre, ma che cielo?! che peccato?!
dal tetto vien rintocco di battaglio

su palle inclini d'osso macinato.
Non rugghio di tempesta né suo dardo
ma buche rintronanti di bigliardo».




Versi di zio-silen

Nessun commento: