giovedì 27 marzo 2014

Palermo continentale: "Indulto e amnistia puru pì mia!!"




Le Istituzioni europee preposte alla tutela dei diritti umani , il 29 maggio 2014, in assenza di adeguate soluzioni da parte dell'Italia, faranno scattare la procedura d'infrazione aperta  per la grave situazione in cui versano le carceri, laddove i detenuti sono "infelici" a causa del sovraffollamento in celle anguste.
Considerati i tempi, ormai ridottissimi, in tanti chiedono al Parlamento di concedere l'amnistia e l'indulto e così evitare gli effetti - quantificabili in milioni di euro - delle pesanti sanzioni.
Tutto comprensibile, per carità! Tutto molto "umano". Ju, ca sugnu nuddu e nenti e puru anticchia disumanu, vogghiu pinsari - pi 'na vota - ai "dimenticati": alle Vittime di coloro che - colpevoli acclarati - stanno 'n "villiggiatura". Vittime di cui si parla quasi mai.
A 'sti "scurdati" vogghiu dedicari 'na puisia.


Indultu e amnistia puru pì mia!!

Ju, Vittima, mi fazzu la galera:
chianciu, mi sbattu oggi comu ajeri.

Macari un jornu lu Gran Parlamentu
leva 'u parocchi,  a latu si talìa,

lassa 'n villiggiatura 'u malamenti,
'ndultu e amnistia 'ì runa a mia.





(Dedicata alle vittime dei reati. Vittime dimenticate.)






Versi e foto di zio-silen



Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: