domenica 19 gennaio 2014

Palermo che NON vorrei: "Eternit nella discarica di via Pelligra al Villaggio Santa Rosalia"


Un paio di mesi fa, per fuggire le doppie file ed il traffico caotico di via Gustavo Roccella, ho deciso di percorrere la parallela via Tomasino. All'incrocio con Via Salvatore Pelligra noto una delle tante discariche della zona con (ciliegina sulla torta) un recipiente sbreccato di eternit che l'immancabile microcefalo dal talento criminale ha deciso di abbandonare proprio a ridosso del giardino di un asilo dove i bambini ogni giorno passano ore a giocare. Ho pensato: gli operatori della RAP, che ogni mattina svuotano i vicini cassonetti, segnaleranno a chi di dovere quella terribile "cosa" di cemento e amianto che, sotto l'azione di sole, pioggia e vento, rilascia micro particelle cancerogene che, se inalalate, possono provocare il cancro ai polmoni; ed altrettanto - mi son detto - faranno i genitori che portano i figli all'asilo.
Non dubito che le precitate persone abbiano agito in tal senso.
Oggi però, ripassando da quella via, a parte qualche divano in più, ritrovo la situazione immutata.
Dipenderà da causa di forza maggiore? Magari da intoppi burocratici? Non so! Spero solo che questo post contribuisca ad accelerare l'intervento dell'apposita squadra incaricata di tali rimozioni; che peraltro vi provvede avvalendosi di attrezzature particolari, tra cui guanti, tute impermeabili e maschere con respiratore.






Testo e foto di zio-silen

2 commenti:

carmelo ha detto...

Basta segnalare ai vigili urbani,purtroppo i servizi a Palermo funzionano male eppure ho sentito una frase famosa" IL SINDACO IO LO SO FARE" CHISSA' COSA VOLEVA DIRE QUESTO PERSONAGGIO,MA NON HA SPECIFICATO SE LO SA FARE BENE O MALE

zio-silen ha detto...

Ringrazio Carmelo per la sensibilità e l'indignazione colta nelle sue parole.

Spero che anche qualcuno dei genitori con figli nell'asilo attiguo alla discarica manifesti il proprio pensiero.