venerdì 1 novembre 2013

Le poesie di zio-silen: "Il Circolo dei poetanti"


Il Circolo dei poetanti

Fuggiasco da sequenze cancellate,
nego la negatività, l'insopportabile,
violento gli occhi... vedo.

Cerbero, liberato, spezza e spazza
- magnifico di rabbia - l'erme diàspre.

Nel viscidume, torma supponente
- poetanti polverosi - in Acheronte
s'abbevera al veleno di Megera.

Sette lettere ai sette
Templi d'Asia.
Sette filari d'alberi di pietra,
porte di firmamento in liminare,
macchiati di ramarri
rasSegnati
al gran concerto degli alati ottoni.

E pulsa il sole, odo un ticchettio.
Lo Starter dà il segnale... qui
nel poi. S'invola filo d'erba.
Nessuno e niente restano di noi.





Versi e foto di Peppino C./zio-silen

Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: