lunedì 11 marzo 2013

Le poesie si zio-silen: "Virtualità"



Virtualità
 
Nuvole pesanti d'inquietudine
lambiscono vette attonite.
Tentacoli da esse,
come arpioni
immersi nelle carni
dell'uomo da tastiera.
Sono dardi i tasti neri?
Neri sì,
come bacche
rosse e blu.
In alto, nella nebbia,
una campana:
rintocchi dritti al cuore
a sconsolare.




Versi e foto di Peppino C./zio-silen

Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: