lunedì 14 gennaio 2013

Chiesa di Sant'Alessandro dei Carbonai

Il margine estremo di Via S. Alessandro (lato mare) accoglie la Chiesa di Sant'Alessandro con le sue minute strutture  che fronteggiano, oltre la Via Francesco Crispi, quelle ben più imponenti del Castello a Mare, adagiato con i suoi fossati ed i suoi bastioni sull'arco nord-occidentale della Cala. Il tempio, costruito nel 1737 ca. con i fondi della ricca Confraternita dei Carbonai, venne danneggiato, durante l'ultima guerra, dai bombardamenti degli alleati che, peraltro, rasero al suolo gran parte dei caseggiati del quartiere. L'edificio, sottratto al culto e sottoposto a recente restauro - con rinvenimento, tra l'altro, di una vasta cripta con loculi -, ha ospitato l'Accademia di Belle Arti con un Corso sperimentale di arte sacra-pittura.


La facciata  è movimentata dal portale  barocco che presenta un frontone mistilineo con nicchia al centro del timpano. Un oculo centrale illumina l'interno. Sul cornicione d'attico un armonioso canpanile

P.S. (02/08/2013) Il Comune di Palermo affida la Chiesa di Sant'Alessandro (Santo russo) al Patriarcato di Mosca della Chiesa Ortodossa.






Foto e didascalie di Peppino C./zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per finalità esclusivamente personali e "non commerciali" CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE: «www.palermodintorni.blogspot.it».
La copia è parimenti negata a chi, a qualunque titolo, intenda farne uso a scopo di lucro.
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.

Nessun commento: