sabato 29 dicembre 2012

Castello Utveggio sul Monte Pellegrino

Oggi trattiamo del Castello Utveggio, quel roseo edificio che domina Palermo assiso su un costone roccioso a 346 metri d'altezza. Dal suo belvedere, nelle giornate particolarmente terse, è possibile spingere lo sguardo fino a cogliere i pennacchi dell'Etna.


Quel meraviglioso panorama a tutto tondo, nel 1787, ammaliò Johann Wolfgang Goethe al punto da definire il Monte Pellegrino  "il più bel promontorio del mondo". Certo, allora l'edificio liberty non era stato ancora costruito; quindi non possiamo sapere se il  giudizio del grande drammaturgo e poeta, in presenza dell'aereo Palazzo, sarebbe stato diverso.



L'edificio, destinato all'attività alberghiera, venne realizzato tra il 1928 ed il 1933 dall'Impresa dello stesso committente, il facoltoso Michele Utveggio. Del progetto fu incaricato l'Arch. Giovanni Battista Santangelo.













 Il Cavaliere Utveggio, senza lesinare capitali, provvide altresì alla strada carrozzabile, alle cisterne sopraelevate (visibili nellle due foto sopra) ed all'impianto di sollevamento dell'acqua.
Nel 1934 si ebbe l'inaugurazione del lussuoso Hotel che offriva ai suoi ospiti servizio impeccabile e mirabili visioni della città e dintorni. La seconda guerra mondiale fu una catastrofe anche per l'albergo che venne requisito dai belligeranti ( italo-tedeschi, prima ed anglo-americani successivamente) per installarvi postazioni contraeree. A partire dal dopoguerra il palazzo, esempio dell'art nouveau palermitana, fu preda dell'incuria, dei ladri e dei teppisti.




 
Nel 1984 venne acquisito dalla Regione Siciliana  e, dopo accurati restauri, destinato al CERISDI Centro Ricerche e Studi Direzionali, apprezzato Istituto di formazione manageriale. Nei locali del "Castello" sono stati ricavate funzionali e moderne strutture ricettive che, tra l'altro, comprendono: sala convegni che può ospitare fino a 200 persone, 27 camere con 50 posti letto, ristorante, bar, postazioni informatiche.


Al centro della Hall è posizionata questa "Fanciulla con cornucopia" (Sec. XIX), allegoria della crescita dei giovani attraverso la formazione. Piedistallo in pietra lavica dell'Etna. I soffitti liberty sono stati restaurati nel 1991. Il lampadario è opera dei maestri vetrai di Murano.




PIANO TERRA
Salone dei ricevimenti.





Sala Bar e saletta di soggiorno.



Sala ristorante




Palermo vista dal porticato.




Sala VIP (attigua al ristorante) arredata con mobili d'epoca: credenza e specchiera francese dell'800; testiera letto dpinta a mano (Sec. XIX); tavoli decorati ad intarsio; lampadario e piantane in vetro di Murano.







Sala VIP: Tele dell'ottocento siciliano.




Aula fornita di moderni strumenti didattici.



La Biblioteca



L'arioso vano scala.



Locale del Castello con due finestroni angolari
 caratterizzati da archi ogivali retti da colonne ioniche.
 Identiche aperture si ripetono ad ogni piano.




LA CAMERA DI PAPA GIOVANNI PAOLO
Il Castello Utveggio il 23 novembre 1995 ospitò Papa Giovanni Paolo II in occasione del Convegno ecclesiale di Palermo tenutosi tra il 25 ed il 28 dello stesso mese. Nella stanza con vista sul mare della conca d'oro sembra che il tempo si sia fermato: tutto è rimasto come quel giorno a ricordare l'evento.





  
 Mobili dell'alloggio papale.



 .
  Loggiato del primo piano.



Corridoio con saletta relax




Ritratto di Michele Utveggio 
donato dalle Famiglie Utveggio e Collura.



La cima di Monte Pellegrino vista dal terrazzino sopra il pronao d'ingresso.





Le terrazze belvedere offrono alla vista dei visitatori pregevoli edifici storici cittadini quali la Tonnara Florio con le sue quattro guglie e l'attiguo mulino a vento.









Porticato e loggiato orientali




Vasca con pesci rossi e ninfee.



Ninfee




Il castello visto dal terrazzino circolare realizzato sul costone a strapiombo.



Veduta della Real Tenuta della Favorita.
 Ai suoi margini si notano degli impianti sportivi.




Vedute della città.









Terrazzo occidentale.



PAESAGGI DAL BELVEDERE

 





 




Foto e didascalie di zio-silen

 Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.


Nessun commento: