giovedì 15 novembre 2012

Chiesa di Santa Maria dell'Itria detta della Pinta


La Chiesa di Santa Maria dell'Itria si trova sotto i Bastioni meridionali del Palazzo Reale ad angolo tra Via dei Benedettini e Piazzetta della Pinta. L'edificio di culto, costruito nel 1670, assunse il nome della preesistente chiesetta, demolita nei primi anni del XVII sec. per far posto alla Porta di Castro, da cui prese il nome l'omonimo Vicolo che si apre di fronte al prospetto sinistro dell'attuale chiesa. 
La foto sopra mostra anche una delle antiche Torri d'acqua palermitane.


Il Tempio è conosciuto dai palermitani come "la Pinta" in memoria dell'altra, non più esistente, Chiesa della Pinta di epoca bizantina, ubicata nel piano del Palazzo, di cui recentemente, nel corso dei lavori di rifacimento di Piazza Indipendenza, sarebbero stati trovati dei resti. L'interno, a navata unica con quattro brevi altari laterali, è impreziosito dagli stucchi di Giuseppe Serpotta (1653-1719), fratello del più famoso Giacomo e dai due quadroni affrescati nella retrofacciata. Due edicole barocche, con i simulacri dei Santi Pietro e Paolo si fronteggiano nella parte iniziale dell'aula.




 

















Il Portale è caratterizzato da scanalature che si rincorrono sulle due lesene sormontate da artistici capitelli e sulla fascia del fregio  chiusa dai volti di due angiolini. La decorazione è completata dal  timpano arcuato e spezzato. Il finestrone centrale della facciata conserva gradevoli decorazioni perimetrali e classico timpano triangolare.


 


















Prospetto laterale su Via dei Benedettini. A destra, in basso, è allocato un piccolo ingresso secondario.





Nel retro della Chiesa  si apre un piccolo cortile che conduce all'Oratorio di San Mercurio, fulgido esempio del genio decorativo Serpottiano. Si narra che parte del giardino dell'Oratorio sia stato usato per edificarvi la nuova "Pinta". Vibrazioni imputabili a lavori di urbanizzazione e scosse telluriche, nel tempo, hanno reso inagibile l'edificio seicentesco. Nel 2006 sono stati avviati i lavori di restauro, successivamente interrotti.


Aggiornamento Fotografico del 08/10/2016.

La chiesa, fresca di restauro, unitamente ad altri siti artistico-monumentali, ospita - sino al 30 ottobre 2016 - una mostra di opere di artisti contemporanei che va a collocarsi nell'ambito della BIAS Biennale Internazionale Arte Contemporanea Sacra delle Religioni dell'Umanità.













 












 





















 





Foto e didascalie di Leo Sinzi (zio-silen)

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per finalità esclusivamente personali e "non commerciali" CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE: «www.palermodintorni.blogspot.it».
La copia è parimenti negata a chi, a qualunque titolo, intenda farne uso a scopo di lucro.
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.

Nessun commento: