giovedì 12 aprile 2012

Le Mura del Vicolo dei Pellegrini

Lungo il Vicolo dei Pellegrini, a pochi metri dalla Cattedrale, fa imponente mostra di sè un tratto delle antiche mura che probabilmente appartenevano al Complesso dell'Arcivescovado vecchio. Qualcuno vi ha rilevato anche tracce delle strutture difensive puniche della Neapolis che orientativamente correvano da quelle parti. Le mura puniche già dal VII Sec. a. C. proteggeva l'originario nucleo fenicio (Paleopoli - Città antica) di quello che i Greci chiamavano Panormos (Tutto Porto). La Paleopoli sorgeva nella parte più elevata della piattaforma calcarenitica emergente tra i fiumi Kemonia e Papireto, mentre la Neapoli si trovava al di sotto di quella linea virtuale che unisce l'Arcivescovado nuovo alla Questura di Piazza della Vittoria.
Autori delle possenti strutture composte da conci di tufo furono i colonizzatori provenienti da Cartagine con l'aiuto della popolazione indigena (Siculi) e di altre etnie, dedite al commercio, parimenti approdate in quell'area.




Dal Vicolo dei Pellegrini passava la "Via Francigena" che in origine partiva dalla Francia (da quì il nome) per arrivare nei massimi luoghi sacri del cristianesimo: Gerusalemme, Roma e Santiago de Compostela).




Le Mura  accompagnano i visitatori fino al cortile che accoglie la splendida Chiesetta normanna di Santa Cristina la Vetere (1170) antecedente alla Cattedrale.




L'interno della chiesetta in sobrio stile normanno.





Testo e foto di zio-silen



Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: