mercoledì 21 marzo 2012

Ricordando Tonino Guerra


Oggi si è spento un Uomo, un Poeta, uno Sceneggiatore di grandi meriti: Tonino Guerra.
Lo ricordiamo con questa sua poesia.

La mòrta
Mu me la mòrta
l’a m fa una pavéura che mai
ch’u s lasa tròpa ròba ch’l’a n s vaid piò:
i améig, la tu faméia,
al piènti de’ pasègg ch’à cl’udòur,
la zénta te incuntrè una vòlta snò.
A vréa muréi d’inveràn quand che piòv
ch’u s fa la saira prèst,
e d’fura u s spòrca al schèrpi t’ e’ pantèn
e u i e è la zénta cèusa ti cafè
datònda ma la stòva.

(Tonino Guerra)


Non conocendo bene il dialetto provo
ad azzardare una traduzione.

La morte
A me la morte
fa una grande paura
si lascia troppa roba che non si vedrà più:
gli amici, la tua famiglia,
gli alberi del viale con quell'odore,
la gente che hai incontrato una volta sola.
Vorrei morire d'inverno quando piove
che si fa sera presto,
e fuori ci si sporca le scarpe nel pantano
e la gente è chiusa nei caffè
intorno alla stufa.



Postata da zio-silen


Nessun commento: