martedì 31 gennaio 2012

Nuovi Vandali a Palermo



Palchetto della musica prima della pulitura (Piazza Castelnuovo)


e dopo la pulitura.



Palermo, nel lontano 445 d. c., venne invasa dai Barbari che, per circa 90 anni, ne fecero luogo di scempio e rovina. Per lunghi secoli i geni dei Vandali e degli Ostrogoti rimasero in sonno, fino a quando gli effluvi della "munnizza", superata la soglia dell'umana tolleranza, hanno innescato l'oscuro processo che (ahinoi!!) ha portato al loro risveglio. Gli effetti di tale nefando ritorno si cominciano a vedere sul patrimonio artistico-monumentale della città:



Cattedrale - sec. XII: Facciata principale




Cattedrale - Sec. XII - (Piazzetta Sett'Angeli)




Cattedrale - Sec XII - (Via dell'Incoronazione)




Balaustra (1761) della Cattedrale - (Corso Vittorio Emanuele)





Porta Sant'Agata - Sec. XII - (Corso Tukory)




Porta di Vicari - Sec. XVII - (Piazza Sant'Antonino)




Porta Nuova - Sec. XVI - (Corso Vittorio Emanuele)




Monumento a Carlo Cottone (Piazza Castelnuovo)




I "Senza Tetto" di Pasquale Civiletti (Piazza Castelnuovo)





Monumento a Ruggiero Settimo(Piazza Politeama)




Passeggiata delle Cattive - (Piazzetta Santo Spirito)





Passeggiata delle Cattive (Foro Umberto I)





Antica Stazione di Posta (Piazza Indipendenza)





Accademia di Belle Arti (Via Papireto)



Segue...


Testo e foto di zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

2 commenti:

Hel Capitano ha detto...

salve!
Anche io, nel mio piccolo blog, ho cercato di parlare del degrado dei nostri splendidi monumenti.
Il rispetto di quelle figure è direttamente propozionale alla cura del nostro passato. Palermo è una città magnifica. Pertanto mi chiedo: nell'era dei social network, che bisogno c'è di comunicare con gesti sconsiderati che cancellano il sorriso stesso di una città?

helcapitano

zio-silen ha detto...

Il commento di Hel Capitano apre alla speranza: c'è qualcuno in questa martoriata città che possiede civili anticorpi atti a combattere il barbaro morbo.