mercoledì 16 novembre 2011

Chiesa di San Cristoforo (l'esterno)

Chi fosse interessato a decori rococò può fare una capatina presso la Chiesa di San Cristoforo (1743) allocata nell'omonima stradina, tra Via Roma e Via dei Calderai. Qui, nonostante l'opera distruttiva dell'umidità, delle infiltrazioni d'acqua, dei soliti vandali, si possono ancora ammirare le decorazioni parietali in stucco con parti dorate, i dipinti settecenteschi e la statua in legno colorato (Sec. XVII) di San Cristoforo, arrivata nella chiesa (già intitolata alla Madonna del Lume) nel 1763 con la Confraternita degli Ufficiali di Giustizia intitolata al Santo. L'aula presenta navata unica con altari laterali che si fronteggiano, presbiterio squadrato e cantoria lignea con organo. L'edificio dopo anni di incuria, con conseguente crollo di parte del soffitto, è stato messo in sicurezza in attesa di restauri e affidato a volontari.




Portale dal timpano semisferico.





Medaglione all'interno del timpano in cui è effigiato San Cristoforo.







Testo e foto di zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: