lunedì 24 ottobre 2011

Statue a Piazza Politeama



I "Senza Tetto" scolpiti da Pasquale Civiletti (1859-1948)
fratello e discepolo del più noto Benedetto.




"Nautica" (1895) dello scultore Mario Rutelli (1859-1941).




"Due Amiche" di Benedetto De Lisi Jr. (1898-1967)




L'autore delle "Due Amiche", Benedetto de Lisi jr., era nipote di quel Benedetto De Lisi (1831-1875)
presente in piazza Politeama con il "Ruggiero Settimo".





"Balilla" di Antonio Ugo ((1870-1956).




"Lavoro"(1895), opera di Benedetto Civiletti (1845-1899),
artista tra i massimi interpreti del "Verismo".





Altra inquadratura per il "Lavoro" di Civiletti.




Carlo Cottone, Principe di Castelnuovo,
fu componente di un Governo di ispirazione liberale
e autore della Carta costituzionale varata dal Palamento
siciliano nel 1812. L'opera scultorea, realizzata nel 1873,
è di Domenico Costantino (1840-1915), palermitano
con studio nel cortile della Gancia.




Ruggiero Settimo (1778-1863), Ammiraglio della flotta borbonica,
convertitosi alle idee liberali divenne guida del Governo rivoluzionario
nato dai moti del 1848 e, dopo la restaurazione, esiliato a Malta.
Viene ricordato come "Padre della Patria Siciliana".




 
Autore della scultura raffigurante Ruggiero Settimo (1865)
 fu Benedetto De Lisi (1831-1875).



Il gruppo scultoreo di Mario Rutelli (quadriga)e Benedetto Civiletti 
(figure equestri ai lati) collocato sull'arco trionfale del Teatro Politeama.




La Quadriga con Apollo (dio delle arti ) ed Euterpe (musa della lirica). 
Opera in bronzo (1930) del palermitano Mario Rutelli (1859-1941).




 
 
Particolari decorativi dei magnifici candelabri in ghisa posizionati ai fianchi dell'ingresso.

"Il David" del palermitano Antonio Ugo (1870-1956).




"La Silfide" scolpita da Benedetto De Lisi (1830-1875).




Busto marmoreo dell'Architetto Giuseppe Damiani Almeyda , (*Capua 1834  +31 gennaio 1911),
progettista del Teatro Politeama Garibaldi.


Foto e didascale di zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Muchas gracias por la información recogida en este post, no es fácil dar con los autores de las magníficas estatuas de Palermo.

Un saludo desde España,

Antonio