martedì 24 maggio 2011

Ricordando Salvatore Quasimodo:" Ed è subito sera"


Se i nostri politici, portatori inesauiribili di contrasti e livori, leggessero ogni tanto questa poesia di Salvatore Quasimodo, probabilmente svolgerebbero il loro ruolo con maggiore distacco e responsabilità.



Ed è subito sera

Ognuno sta solo nel cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.



(Salvatore Quasimodo)



Postato da zio-silen

Nessun commento: