sabato 23 aprile 2011

CHIESA DEL GESU' - CASA PROFESSA (L'ESTERNO)




Sciroccosa giornata d'aprile. Nel mio peregrinare alla scoperta della città, mi imbatto in un mercato dai mille colori, convulso, vociante, che si snoda lungo una "vanedda" dalle basole continuamente bagnate dai pescivendoli: Ballarò, l'Al Bahlara arabo.
Un fiume di varia umanità mi spinge da corso Tukory verso Piazza Ballarò dove si chiude questa sorta di suq. A pochi passi dallo slargo, sulla destra, un piccolo tunnel penetra fatiscenti palazzoni; incuriosito, lo attraverso e come per magia mi ritrovo nella Grecia antica: sotto i miei increduli occhi si erge un tempietto con tanto di colonnato dorico. Scopro che si tratta del pronao della Biblioteca comunale. Opera di gusto neoclassico realizzata nel 1822 per dare adeguata veste al varco d'accesso di quella parte dell'ex Casa dei Gesuiti divenuta, a partire dal 1775, tempio del sapere laico. Ciò in seguito all'espulsione della Compagnia di Gesù dal Regno di Sicilia voluta nel 1767 da Ferdinando III di Borbone.
Girato l'angolo mi immergo nell'ombra della Chiesa del Gesù con la sua facciata sobria, appena segnata da lesene di colore scuro e interrotta da nicchie e piedistalli recanti Santi gesuiti e, sul timpano spezzato del portale, l'espressiva Madonna della Grotta. Alcuni turisti sul sagrato affermano, entusiasti, di aver visitato la più bella chiesa barocca della Sicilia. Non mi resta che mettere piede al suo interno per constatarlo.


Il portico neoclassico del 1822-23 (colonnato dorico) di Piazza Brunaccini.


Settecentesca statua di "Maria SS. della Grotta"


Portale laterale destro e alcune statue ornamentali.





^ SX: San Francesco Saverio (1506-1552), gesuita e missionario spagnolo.
DX: San Francesco Regis (1597-1640), gesuita francese.



^ SX: San Giacomo Kisai (1533-1597), martire giapponese.
DX: Il Gesuita San Giovanni Soan di Gotò (1578-1597), martire giapponese.


^ La facciata fu realizzata nel tardo cinquecento.
Nelle nicchie Santi che appartennero alla Compagnia di Gesù.



^  SX: Sant'Ignazio di Loyola (1491-1556), spagnolo, fondatore della Compagnia di Gesù
DX: San Francesco Borgia (1510-1572).



^ SX: San Paolo Miki (1556 ca-1597), martire giapponese.
DX: San Francesco De Geronimo (1642-1716), Beato nel 18o6 e Santo nel 1839.



La cupola ricostruita nell'immediato dopoguerra
al posto di quella cinquecentesca - affrescata da
Gaspare Serenario - distrutta dai bombardamenti
dell'ultima guerra.


La torre de cinquecentesco Palazzo Marchesi divenuta nel 1731 campanile dell'attigua Chiesa del Gesù con l'aggiunta di tre nuovi ordini facilmente distinguibili per stile.
L'imponente costruzione presenta una finestra
con stupenda cornice in stile gotico fiorito.

.
.



 


RETTORIA DI CASA PROFESSA

SX: Arcate centriche nell'atrio della Rettoria. DX: Antico portale sull'atrio.




Stemma con "Annunciazione" sul portale.





BIBLIOTECA COMUNALE DI CASA PROFESSA

La biblioteca comunale occupa un'ala dell'ex Casa dei gesuiti.
Nell'immagine la biblioteca vista da Piazza Brunaccini.




^ SX: La biblioteca situata nell'edificio a destra della Chiesa.
DX: Il portale barocco dell' ex Casa Professa
(lato nord-ovest) con lo stemma gesuita in
bella evidenza al centro del timpano spezzato.



La Biblioteca fiancheggia l'ex Chiesa di
San Michele Arcangelo (nella foto: La Torre)
e SS. Crispino e Crispiniano dal settecentesco prospetto.



Per l'interno di Casa Professa clicca QUI





Foto e didascalie di Peppino C./zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE (www.palermodintorni.blogspot.it).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.


Nessun commento: