lunedì 21 febbraio 2011

L'angolo della poesia dialettale: 'U turnu


'U turnu
Nel medioevo ( prossimo) un ricco fornaio dialoga con la morte
Vossia!!! Si, ricu a vui, signura bedda,
'u turnu rispittati p''a vastedda.

L'arma, c'aviti nivura, s'appitta:
'a carità...pinsati...chi minnitta!

'Ngrasciata lazzaruna...farfantaria è piccatu!!!
'i naschi ti po' inchiri ri lu pani cunzatu.

Nun vogghiu pani e ogghiu, Signuria!
Ju sugnu 'a morti, 'un c'è turnu pi' mia.





Versi di Peppino C./zio-silen
Scultura di Nunzio Di Pasquale


Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: