mercoledì 2 febbraio 2011

L'AFORISMA DELLA SETTIMANA: Tasse e pecore




I gornali in questi giorni ci terrorizzano riportando la proposta avanzata da alcuni personaggi di nota collocazione politica di una nuova "patrimoniale". Tassa odiatissima dai cittadini in quanto va a colpire, solitamente a sorpresa, capitali e immobili spesso frutto di sudore, sacrifici e risparmio. E se non bastasse, a livello comunale si ventila la possibilità di elevare la nefanda "addizionale IRPEF" dal quattro all'otto per mille.
Confidando nell'intervento salvifico dalla Santuzza, suggeriamo a questi signori di riflettere su quanto un po' di tempo addietro andava predicando un saggio scrittore ed economista latino che rispondeva al nome di Gaio Svetonio Tranquillo:


"Il buon pastore deve tosare le pecore, non scorticarle".








Postato da zio-silen

Nessun commento: