mercoledì 22 dicembre 2010

Notte di Natale in versi




NOTTE DI NATALE

La mano in quella di mio padre, al caldo.
Sul viso fredde spine tra i vapori
di fiati e lacrime di tramontana.
Mi muovo, appeso ai raggi della luna,
sui sassi di trazzera e i canaloni.
I manderini, addobbi per i rami
che a lato sono dei giganti buoni.
Vedo una luce in fondo - ho il cuore in gola -
stelle di vetro sopra il campanile
che, con i suoi rintocchi, nenie intona.
Abbracci, baci con canditi e miele:
sfilano sul sagrato i borgatari.
Sui banchi, in prima fila, i miei compagni:
brusio, occhi sgranati e rose intorno.
La mezza...tintinnio di campanelle:
"Bambini attenti alla nuova magia!"
Scende la tela ed un calore assale:
paterna la sua mano... ed è Natale.




Foto e Versi di zio-silen

Nessun commento: