venerdì 25 giugno 2010

LE POESIE DI ZIO-SILEN: Il giorno della bruna signora

Acquaforte di Nunzio Di Pasquale (Scultore ragusano)



Sì, fu quel giorno,

all'ombra dei limoni,
il canto di cicale
là tra i fiori,
le tenere ginestre
a tremolare,
il gelso a tinger
rosolacci e trame.
E venne un cocchio,
gli angeli dorati,
con i pennacchi al vento
la quadriga,
gli zoccoli echeggianti
sul selciato.
Nel sole abbacinante
corse il bimbo
percosso dalle note
gravi e fosche.

All'ultimo rintocco
di campana
l'infante si rivolse
piano piano.
Sullo stradone
una bruna signora:
un cenno con il capo.
La seguì.






Versi di Peppino C./zio-silen
 

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: