giovedì 1 aprile 2010

Chiesa di San Pietro e San Paolo


L'ottocentesca Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, dal 1940/41 Parrocchia, è ubicata in Via Francesco Bentivegna 62, a due passi da Via Roma. La Chiesa non va confusa con l'Oratorio dei Santi Pietro e Paolo di Via Matteo Bonello.




Nella foto risalta il contrasto "stilistico" tra la chiesa e l'attiguo edificio che ospita la tecnologica Centrale di una Società telefonica. Il moderno palazzo, che sul tetto esibisce mastodontici ripetitori, è stato realizzato al posto del Monastero Benedettino (abbattuto) che inglobava la chiesa dei Santi Pietro e Paolo. La facciata del tempio, in conci di tufo, presenta pregevoli decorazioni neogotiche ed una fascia d'attico con i nomi dei due Santi titolari ed il 1879 quale anno di costruzione. In alto una bifora dalle linee raffinate con cornice ogivale a tarsie.




Il portale d'accesso dai richiami gotici.




Al culmine del portale, lo stemma con i simboli
di Pietro (chiavi e tiara) e di Paolo (spada).




 Il campanile ottagonale dai raffinati ricami gotici (a traforo) lungo la fascia di coronamento.







La navata principale con le sue dodici colonne
che sostengono archi a sesto acuto.




Cappellone centale con abside trilaterale.





Sopra l'altare maggiore,  un espressivo Crocifisso.




Le tre Cappelle absidali sono state affrescate
dal pittore palermitano Giuseppe La Manna (1832- 1931).
Sopra l'altare maggiore Gesù tra i Santi Pietro e Paolo.






Sull' arcata che separa il presbiterio dall'aula
sono effigiati i due Arcangeli Michele e Gabriele.




Pulpito ligneo (1888), opera dello scultore
e intagliatore Salvatore Valenti (1835-1903).



La Cappella di San Benedetto
in fondo alla navata laterale SX.
In alto, le Sante palermitane
Oliva, Rosalia e Ninfa.



San Benedetto da Norcia
di Giuseppe La Manna.




Santa Rosalia, patrona di Palermo.




Particolare decorativo della navata centrale.





 
  Volta stellata della navata di sinistra





Sopra l'altare di Dx "Madonna del Perpetuo Soccorso".





Navata DX, in alto, San Giuseppe
tra le Sante Anna ed Elisabetta.




Sopra gli archi ogivali sono effiggiati gli Apostoli.




Cappella con il Cuore di Gesù dopo il recente restauro.


 



Cappella della Madonna del Rosario di Pompei.




Pregevole tela con San Giuseppe.





Scorcio della chiesa con la volta a crociera
affrescata nel 1955 con un cielo stellato.





Tela ottocentesca con la "Strage degli Innocenti".




Sopra il confessionile, una tela d'epoca con "I Magi".



Cappella intitolata a Maria SS.Immacolata
dopo il recente restauro. 




L'Immacolata con il piede sulla falce lunare a simboleggiare la sua eternità
ed il dominio su ciò che è mutevole, effimero.





Decorazioni della navata con effetto musivo.



Cappella SS. Crocifisso
con L'Addolorata (simulacri lignei).




Madonna SS. Incoronata.




Il Battistero. Dietro il fonte battesimale
un dipinto con "Battesimo di Gesù".




Statua di San Pietro presso l'ingresso.
 



La struttura metallica che avvolge l'ingresso reca gruppi di quattro colonnine
 con funzione portante e decorativa. E' chiusa da una vetrata con figure di Santi.




tondi con angeli nel palco che durante le messe
ospitava religiosi ed ospiti di riguardo.




Le Sante benedettine Geltrude e Scolastica
effigiate sulla vetrata sopra l'ingresso DX.




Sopra l'ingresso Sx le immagini dei Santi benedettini Mauro e Placido.




Splendida acquasantiera.




Nell'intradosso dell'arco dell'ingresso principale si legge il nome 
dell'Architetto Domenico Marvuglia, progettista della chiesa. 
Sul lato opposto è inciso il nome del Capomastro, Giovanni Rutelli.







Testo e foto di zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", con obbligo di citazione della fonte (www.palermodintorni.blogspot.com).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissimaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

penso che sia una chiesa davvero stupenda... io da palermitana nn l'ha conoscevo... adesso mi sposo in questa stupenda chiesa....

Anonimo ha detto...

E BELLISSIMA IL PROSSIMO ANNO MI SPOSO IN QUESTA CHIESA LA DATA E IL ../06/2013

Anonimo ha detto...

Adesso la chiesa è ancora più bella visto che le cappelle sono state completamente restaurate

Sergio Fenizia ha detto...

Belle foto, per una bella chiesa!
Ho notato con piacere che su un altare laterale c'è anche una piccola immagine di san Josemaria Escrivà, che per i santi Pietro e Paolo aveva una speciale devozione.

Antonino Picone ha detto...

Buongiorno, sono un assiduo frequentatore di questo blog e lo trovo molto interessante ed esaustivo. però non ho trovato nulla in merito all'Oratorio dei Santi Pietro e Paolo di via Bonello.

Leo Sinzi (zio-silen) ha detto...

Cortese Sig Picone, nel ringraziarLa per la frequentazione del Blog, le comunico che il Post sull'Oratorio dei Santi Pietro e Paolo è di imminente pubblicazione.


Cordiali saluti