lunedì 7 settembre 2009

IL QUARTIERE DEGLI SCHIAVONI

Un quotidiano cittadino, qualche tempo fa, recava la notizia di scavi archeologici - effettuati nella zona a monte di Via Francesco Crispi, all'altezza di via Cavour - che avevano riportato alla luce resti di tessuto urbano risalenti ai tempi della dominazione islamica (X secolo) oltre a tratti di cinta muraria medievale. Trovandomi da quelle parti per visitare il vicino "Castello a Mare" (appena aperto al pubblico) e la contigua Chiesa di San Giorgio dei Genovesi, memore di quell'articolo, decido di estendere la visita al "Quartiere degli Schiavoni" così chiamato perchè vi risiedevano in gran numero dei pirati al soldo degli Emiri. Chiedo ad un finanziere diretto alla vicina Caserma "Cangialosi" di indicarmi l'ubicazione del sito. Un pò schifato, il militare mi addita un campo di sterpaglie, rovi ed erba secca, alta più di un metro, con colonie di insetti che saltellano di frasca in frasca e squittii di sottofondo. Incredulo, mi avvicino a quella giungla metropolitana e, con sconforto, constato lo stato di abbandono in cui versano quelle vestigia di antiche civiltà. Immortalo qualche triste immagine con la mia reflex e, rimuovendo dai pantaloni alcuni ospiti indesiderati, riprendo la via di casa.













Foto e didascalie di Peppino C./zio-silen

Questo Blog, fermo restando quanto puntualizzato nelle "avvertenze", consente la copia di proprie foto e scritti per uso esclusivamente personale e "non commerciale", CON OBBLIGO DI CITAZIONE DELLA FONTE (www.palermodintorni.blogspot.it).
Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile a norma di legge.

Nessun commento: