domenica 9 agosto 2009

INFORTUNIO A MICCOLI NEL TRIANGOLARE WIN WIN - PROVINCIA DI PALERMO

Esordio in bianco e nero per i rosanero impegnati al Barbera nel 1^ Torneo Win Win -Provincia di Palermo, con la partecipazione di due protagoniste della Liga: il Siviglia che lo scorso anno ha conquistato il terzo posto e il Maiorca piazzatosi nono. La squadra palermitana-nonostante il comprensibile deficit di forma e la carenza di amalgama per l'innesto dei nuovi arrivati- ha ben figurato. La nuova stella in pectore, Pastore, ha dimostrato di meritare la fama che lo ha preceduto deliziando il pubblico con talentuose giocate. Miccoli, eccellente come sempre, ha segnato con un destro incrociato il gol della vittoria sul Siviglia grazie ad un assist di Pastore. Kjaer è apparso più deciso nei suoi interventi e si candida al ruolo di diga della difesa. Cavani, ha macinato chilometri con la consueta generosità pur con alcune imprecisioni nelle conclusioni a rete.
Regolato il Siviglia per 1 a 0, i rosa hanno disputato la finale con il Maiorca vincitrice dell' incontro iniziale. Zenga ha sostituito Balzaretti, Bresciano, Simplicio e Cavani, a corto di fiato, con Goian, Bertolo, Migliaccio e Budan. Il risultato però è stato alquanto deludente. Al 14' gol del Maiorca propiziato da un madornale errore del rumeno Goian che di fatto ha consegnato la palla a Pier Webò che ha insaccato da due passi. Al 17' Tedesco entra al posto di Nocerino e Morganella rileva Cassani. Al 19' viene concesso un rigore agli spagnoli per un fallo di Tedesco su Suarez, trasformato da Martì. Al 26' Succi subentra a Pastore che mostra segni di stanchezza. Al 28' viene sgambettato Miccoli che esce in barella con un ginocchio fasciato. Ritorna Cavani che all'ultimo minuto, solo davanti alla porta avversaria, sbaglia tutto calciando a lato. Incomprensibile l'eccessiva foga degli iberici culminata nell'infortunio di Miccoli, falciato di netto da Suarez che, graziato da un direttore di gara dal cuore tenero, ha rimediato solo il giallo.
Nonostante la sconfitta la squadra ha mostrato buone potenzialità. Talune individualità hanno spiccato su altre ed il gruppo si è presentato competitivo. Apprezzato dai tifosi lo show personale di un Zenga passionale che ha vissuto emotivamente la partita e che entrando nello stadio si è librato nell'aria in risposta al grido della curva : "chi non salta catanese è". Insomma si può serenamente affermare che ci siano tutti gli ingredienti non per vincere il campionato ma per raccogliere tante soddisfazioni.

zio-silen.

Nessun commento: