domenica 2 agosto 2009

IL NAUTOSCOPIO A PALERMO




Coloro che in questi giorni si trovano a passare per il Foro Italico potrebbero pensare di essere protagonisti di un incontro ravvicinato del terzo tipo: sul lato montepellegrino della villa a mare staziona, infatti, una specie di astronave dalla quale ti aspetti che sbuchino, da un momento all'altro, degli omini verdi. In realtà, trattasi di un prototipo dell'opera " NAUTOSCOPIO" progettato da un nostro concittadino, il Dott. Giuseppe Amato. Consiste in una struttura metallica posta a diversi metri di altezza su un asse che ruota su se stesso, corredata di lunghi bilancieri che assicurano un costante equilibrio. Al suo interno potrebbe ospitare delle rappresentazioni artistiche o semplicemente consentire ai visitatori di ammirare il panorama a tutto tondo.


ZS

1 commento:

Maris14 ha detto...

Penso che il comune di Palermo, invece di spendere soldi in attrazioni futuristiche, farebbe molto meglio a convogliare gli sforzi dei contribuenti nel miglioramento dei servizi ai cittadini, nella pulizia della città, nel risanamento dell'immagine della stessa e quant'altro (la sistemazione del foro italico non mi è piaciuta per niente).